L’Anno Europeo del Patrimonio Culturale e la visione europea della cultura
The European Year of Cultural Heritage and Europe's Vision of Culture

  • Flavia Barca Associazione culturale ACUME

Abstract

La molteplicità di idee, eventi, progetti e servizi attivati in occasione della designazione del 2018 come Anno Europeo del Patrimonio Culturale è il naturale punto di arrivo di un ventennio – in particolare gli ultimi tre anni – di intensa attività delle istituzioni europee nei riguardi della cultura. Un percorso importante, di grossa apertura e consapevolezza del valore del patrimonio culturale nello sviluppo economico e sociale dell’Unione Europea e dei paesi che ne fanno parte. Ma questa visione ancora non è entrata a pieno titolo nei documenti strategici di Bruxelles, e non è accompagnata da risorse economiche adeguate a trasformare l’azione culturale in leva per uscire dalla stagnazione, economica, emotiva, in cui l’Europa versa ormai da molti anni. Lo studio esamina gli interventi che le principali istituzioni pubbliche dell’Unione hanno intrapreso nei confronti della cultura e del patrimonio nell’ultimo decennio (primo paragrafo) per poi descrivere nel dettaglio le caratteristiche dell’Anno Europeo e le azioni avviate (secondo paragrafo) e, infine, sintetizzare i temi che ancora rimangono da affrontare per fare del patrimonio culturale un vero fattore di cambiamento e crescita sociale ed economica (terzo paragrafo).

Abstract [eng]

The multiplicity of ideas, events, projects and services activated on the occasion of the designation of 2018 as the European Year of Cultural Heritage is the natural point of arrival of twenty years - in particular the last three years - of intense activity of the European institutions with regard to culture. An important path, of great openness and awareness of the value of cultural heritage in the economic and social development of the European Union and of the countries that are part of it. But this vision has not yet entered fully into the strategic documents of Brussels, and is not accompanied by adequate economic resources to transform cultural action in lever to get out of the economic, emotional stagnation of the European continent. The study examines the actions that the main public institutions of the Union have adopted towards culture and heritage in the last decade (first paragraph), then describe in detail the characteristics of the European Year and the actions launched (second paragraph) and, finally, summarizes the issues that still remain to be addressed in order to make cultural heritage a real factor for social and economic change and growth (third paragraph).

Published
2017-12-29
How to Cite
BARCA, Flavia. The European Year of Cultural Heritage and Europe's Vision of Culture. DigitCult - Scientific Journal on Digital Cultures, [S.l.], v. 2, n. 3, p. 75-93, dec. 2017. ISSN 2531-5994. Available at: <http://www.digitcult.it/index.php/dc/article/view/52>. Date accessed: 18 aug. 2018. doi: https://doi.org/10.4399/97888255099088.
Section
Articles